Loading...

Blog.

Eventi, news e approfondimenti

Il Sabba dei Rospi al Lago di S. Agostino

Ogni anno, esattamente il terzo plenilunio di marzo, presso il piccolo Lago di Sant’Agostino in Valsesia, si può assistere ad un fenomeno naturale davvero curioso: migliaia di rane e rospi si radunano per poi gettarsi insieme nelle sue acque, a scopo riproduttivo. Questo avviene grazie all’ambiente circostante ideale: altitudine ridotta (circa 400mt.), luogo isolato e specchio d’acqua incontaminato e adatto alla deposizione delle uova.

Valsesia - lago di Sant'Agostino, primavera d'amore..;-)

Questo evento ha assunto ormai carattere di tradizione locale e vengono organizzate escursioni guidate, anche serali, per assistere e fotografare la piccola migrazione dei batraci: ad esempio Wild Trekking vi accompagnerà gratuitamente al lago sabato 24 marzo alle 16: per tutte le informazioni visitate la pagina dedicata su Facebook.

Il percorso è semplice e non occorre camminare molto: partendo da Quarona oppure da Roccapietra e seguendo il sentiero CAI 624, con pochi metri di dislivello si raggiunge il lago, circumnavigabile grazie al sentiero 624a.

Quest’area offre inoltre diversi spunti di carattere storico,  per la presenza dei ruderi dell’antico castello d’Arian (sec. XI) e leggendario, per la presenza di due interessanti massi: il Sass della Baceja, forse luogo di culto precristiano che reca sulla sommità incise alcune coppelle e il Sass di Strij e d’Ava Corna, ovvero “Sasso delle streghe e dell’acqua che esce dagli inferi”. Secondo le leggende locali è luogo di incontro delle streghe, ma anche la risorgiva dell’emissario del lago che dopo pochi metri alla luce del sole ricompare in mezzo ai sassi. (Fonte)

Per concludere aggiungiamo che oltre ai rospi, i boschi della zona ospitano una fauna piuttosto varia: tra i volatili troviamo rapaci come falco pecchiaiolo, poiana, gheppio e allocco, ed è frequente vedere il merlo, il pettirosso, il picchio verde, il picchio rosso maggiore, la ghiandaia e la cinciallegra. I mammiferi sono rappresentati da ghiri, scoiattoli, volpi e caprioli.
Esclusivamente notturni il tasso, il cinghiale e la martora.

 

Da visitare nei dintorni: Il Sacro Monte di Varallo Sesia
Dove mangiare: Osteria La Piovatta – Via sassiglioni 26, Vocca